FESTA DEL SANTO PATRONO DI PIUMAZZO 25.LUGLIO 2017 SAN GIACOMO

QUINTA EDIZIONE OGNI UOMO E' MIO FRATELLO 27.settembre 2015

Domenica 28 settembre 2014 

Ogni uomo è mio fratello…  

Pane che sostiene, bevanda che rallegra, tavola che unisce  

Appuntamenti parrocchiale annuale, finalizzato costruire accoglienza e pace.

Dopo avere vissuto lo scorso anno il tema della nascita, quest’anno condividiamo il tema del   cibo, momento così importante nella vita, fisica  e spirituale: il nutrirsi e il costituire comunità    attorno alla tavola. Per Gesù è una dimensione così importante da farne un sacramento: l’Eucaristia. Ogni uomo, ogni popolo consapevole di ciò, costruisce attorno alla mensa una serie di tradizioni, culturali, gastronomiche, identitarie. Chi vuole entrare nel cuore di una comunità, chi vuole unirsi in un rapporto profondo, condivide anche il cibo.

Nella nostra semplice e bella festa di Piumazzo, invitiamo tutti attivamente, secondo le direttive del comitato, a partecipare a questo “banchetto delle genti”, che Isaia ha profetizzato simbolo del Regno di Dio.

 

SECONDA

DOMENICA 29.SETTEMBRE 2013

Domenica 29 settembre la nostra comunità ha vissuto “in piena gioia” la “Festa ogni uomo è mio fratello”, il cui tema riguardava la nascita. Sono intervenute le varie

comunità residenti a Piumazzo, supportate dagli amici e connazionali dei paesi

vicini. La giornata si è aperta con la celebrazione della Santa Messa multietnica,

animata da un folto gruppo di fedeli provenienti dal Ghana, coordinati dal nostro

parrocchiano Thomas, dalle gentili signore polacche e dalle numerose suore indiane che hanno rallegrato la cerimonia con i loro gioiosi canti e con i colori delle loro

origini. Durante l’Offertorio alcune ragazze piumazzesi hanno indossato, con

eleganza, i bellissimi sari indiani e portato all’altare le fiammelle tipicamente usate e offerte nelle celebrazioni dell’India.

Nel pomeriggio si è aperta la festa in cui tutte le comunità hanno partecipato con fantasia e generosità, ad allestire lo spettacolo di intrattenimento, sviluppando

il tema scelto per quest’anno, ovvero la nascita e la maternità.

I veri protagonisti  sono stati i bambini che si sono esibiti in balletti, canti e musica. La comunità di Piumazzo ha lodato tutte le mamme intonando la celeberrima “Son tutte belle le mamme del mondo”, la comunità ghanese ha allegramente illustrato la cerimonia della imposizione del nome al neonato, che avviene coinvolgendo le

famiglie di entrambi i genitori e il capo tribù. L’India  è stata rappresentata da balli a suon di citar; la Tanzania da esibizioni di ringraziamento e lode a Dio. La simpatica comunità olandese (tre elementi) ha deliziato il pubblico con musica dal vivo e

divertenti gags, a seguire i suggestivi canti e balli del Burkina Faso. Il nutrito gruppo polacco ha cantato e danzato due filastrocche tipiche dei giochi dell’infanzia,

animando la loro esibizione con maracas e tanta allegria.

Ha concluso lo spettacolo la deliziosa sfilata in costumi tradizionali dei bambini

marocchini e tunisini.

La conclusione è stata delle migliori: un ricchissimo banchetto allestito da tutte le comunità convenute, che hanno offerto i piatti tipici delle loro tradizioni.

                                                                                              Gisella

 

VEDI ANCHE QUESTO LINK SULLA FESTA http://www.lacarbonarablog.it/?p=28906

***

DOMENICA 13 NOVEMBRE FESTA del RINGRAZIAMENTO S. MESSA ORE 10.00

VIDEO-RACCONTO DELLA DOMENICA 9. NOVEMBRE FESTA DEL RINGRAZIAMENTO 

FESTA DEL RINGRAZIAMENTO: 13 Novembre 2011

Festa del Ringraziamento 09/11/2008
Festa del Ringraziamento 09/11/2008

Preghiera per il Ringraziamento

Con occhi di stupore
contempliamo quanto le tue mani
hanno creato, Padre buono,
Dio della vita!
La natura che ci circonda
è dono di tenerezza infinita,
per l'uomo, tua gloria vivente!
A lui, capolavoro della creazione,
fatto a tua immagine
e somiglianza, affidi quanto
il tuo amore ha creato!
Grazie, Padre di ogni creatura!
Grazie, Cristo,
per il quale tutto è stato fatto!
Grazie, Spirito Santo,
che vivifichi ogni cosa!
Dio dell'universo
rendici responsabili
del mondo creato!

 

FESTA DEL RINGRAZIAMENTO E PREGHIERA VOCAZIONALE 14/11/2010

Tema guida della Festa del Ringraziamento di Piumazzo è stato: “2010-2011 Anno di speciale preghiera per le vocazioni sacerdotali”. Il Logo, ai piedi dell’altare,rappresenta la chiamata degliApostoli. Tutta la parrocchia si è raccolto attorno al gruppo dei nostri agricoltori.Messa mattutina affollata e vivace, con ricco Offertorio, Coro, bimbi e famiglie che abitavano qua un tempo, alcune delle quali tornano in questo suggestivo giorno.In teatro Mostra-vendita della frutta, con scenografia del “Mercato di una volta”,animali da cortile, granaglie, uova e quegli alimenti antichi autunnali, come baccalà e saracche. Generosissima la attività delle torte per Usokami, organizzata dai giovani e l’angolo dell’Aceto Balsamico;splendida mostra delle Ragazze del Cucito. In piazza, benedizione dei mezzi agricoli e pomeriggio di festa coi bimbi della Scuola Materna, i giovani, giochi e caldarroste. Grazie a chi ha preparato,offerto e partecipato alla bella cena comunitaria del sabato sera.

14.NOVEMBRE 2010 Festa del ringraziamento-Il disegno rappresenta il tema della vocazione (Anno straordinario di preghiera per le vocazioni sacerdotali)
14.NOVEMBRE 2010 Festa del ringraziamento-Il disegno rappresenta il tema della vocazione (Anno straordinario di preghiera per le vocazioni sacerdotali)

Festa del Ringraziamento 2009:  il racconto

Giornata di pioggia. Tutto il programma esterno, mattutino (lancio dei palloncini da parte dei bimbi del Catechismo con la loro parola di Ringraziamento) e pomeridiano ( Festa delle castagne coi bimbi dell’asilo, stand dei giovani, Tiro alla fune, Gioco del peso della zucca ) tutto saltato.

Ben riuscita la celebrazione del mattino che, nonostante la pioggia, ha visto la chiesa gremita, anche di bimbi. Ha presieduto Padre Simone dei Fratelli di San Francesco che ha dato l’annuncio delle Missioni al Popolo o Missione Parrocchiale  da celebrare dal 17 al 31 Ottobre 2010

Campeggiava davanti all’altare  il Logo di frutta fatto da  Maria  e Alessandra Rossi, Lucia Notari e Tiziana Negrini, su disegno di Stefano Tampieri e L’altare addobbato dalla ditta Masi . L’annuncio della Missione è stato bello, incisivo, energico: “vedrete che cosa stupenda sarà!” puntando sulla presenza dei bambini vero cuore della comunità. Abbiamo letto a fine messa  la Preghiera della Missione e benedetto in pazzoa, sotto l’acqua i mezzi agricoli.

 Poi nel Teatro gran ressa per la Mostra mercato della Frutta, offerta dagli agricoltori della Parrocchia per beneficenza. Sul palco un allestimento che rievocava come una volta si fava il bucato, da parte di Trenti Tonino e collaboratori, Stand Torte per la Missione di Usokami e Mostra del Ricamo e cucito, nelle sale sopra il Circolo ANSPI.

Davanti alla Banca anche un banchetto di cannoli siciliani allestito dal signor Canterella.

Pomeriggio premiazione del 4°Palio Aceto Balsamico, organizzato da Lorenzi Tampieri Serra  e amici, vinto da Giovanni Zirotti.

Alle 17,00 in chiesa Concerto di musica sacra del Coro Femminile Isabella d’Este, diretto dal maestro Giovanni Barzaghi con l’organista Davide Zanasi. La chiesa era piena e l’esecuzione di alta qualità. 

 

 

 

FESTA DEL RINGRAZIAMENTO 08/11/2009
FESTA DEL RINGRAZIAMENTO 08/11/2009

OTTAVARIO della MADONNA DELLA PROVVIDENZA: 29 Maggio-5 Giugno 2011

Arrivo della Madonna dal Santuario della Provvidenza dopo la Messa  celebrata alle ore 7,00

FESTA GRANDE il MERCOLEDI DELLA MADONNA : 

Messa di Cresima ore 10,30

Processione pomeridiana dopo Messa ore 18,00

Festa in piazza FUOCHI ARTIFICIALI

Grande Pesca di Beneficenza

30 maggio celebreremo anche anniversario dalla Consacrazione della Chiesa Parrocchiale di Piumazzo dedicata a San Giacomo.

Venti anni sono trascorsi da quel 30.maggio 1990 quando il Cardinal Giacomo Biffi venne per consacrare questo stupendo nostro tempio...

Festa di San Giacomo

SAN GIACOMO: 25 Luglio

GRAZIE!!!!!!! a tutti i collaboratori della Festa Liturgica del Ringraziamento 2011

Ricordando FESTA DI SAN GIACOMO 25.LUGLIO 2013

Omelia Festa S. Giacomo - Piumazzo 2013

Al Padre, nel nome di Cristo, attraverso lo Spirito Santo

la nostra supplica, adorazione, ringraziamento

 

Da tanti secoli la Chiesa onora e festeggia S. Giacomo, apostolo di Cristo, primo fra i 12 ad essere martirizzato, conformato al suo maestro nel sacrificio della vita, per spada di Erode, solo 11 anni dopo la morte di Gesù. Pure da secoli lo onora nella cara terra della Spagna, a Compostela in Galizia, dove riposano i suoi resti, in quella Cattedrale dalle inconfondibili torri, sede di un pellegrinaggio entusiasta, universale, per antonomasia chiamato “ Il Cammino”.

 

A Piumazzo, cui è felicemente dedicata la Parrocchiale, da alcuni anni la Festa patronale ha assunto la forma tuttora vigente, con al centro la Messa del Pellegrino e la benedizione solenne di quanti partono o tornano, da Santiago di Compostela o dalle altre grandi mete: Roma, Gerusalemme e non solo. Santiago oltre ad una meta è un metodo, uno stile, che può essere applicato a qualunque meta, anche se quella originale rimane unica, eccelsa, imparagonabile e inconfondibile. E facilmente accade che chi è pellegrino una volta, lo diventa per sempre.

Ringraziamo dunque tutti i pellegrini presenti, i Responsabili della Confraternita di san Giacomo di Perugia e quanti accolgono questa bella vocazione, invocando su di loro perseveranza nella gioia, freschezza nella fede, libertà di sognare, entusiasmo del vivere con un obiettivo, una compagnia, un mondo bello da attraversare, un corpo di cui ringraziare, un Dio da accogliere nel cuore.

“Il tuo volto Signore io cerco non nascondermi il tuo volto” e scritto sulla credenziale.

 

Molti di noi, avendo vissuto già numerosi pellegrinaggi, si chiedono quale direzione debba prendere ora il loro Cammino, se debbano coltivare una fedeltà a Santiago, l’amore al quale certo non si affievolisce, o prendere, da questo stesso spirito, altre direzioni. Occorre invocare lo Spirito Santo, la sua luce non mancherà, la sua forza, il suo amore e pregare San Giacomo, guida e modello dei nostri sogni e generose volontà.

 

Questo anno la nostra festa ha all’orizzonte due avvenimenti, di natura molto diversa ma che forse portano ad un'unica direzione: l’incidente ferroviario di ieri, con numerosi lutti, a Santiago di Compostela, che dà alla festa una nota di amorosa gravità, e la Giornata Mondiale della Gioventù a Rio di Janeiro con Papa Francesco. La nostra stagione di grande fervore pellegrinesco è coincisa con il pontificato di Papa Benedetto XVI, nel cui stemma ha voluto la conchiglia del pellegrino. Ora Papa Bergoglio ha nel suo stemma altri simboli: quel nome, “Francesco”, che è tutto un programma, la M di Maria e il fiore di S. Giuseppe. Immagini di umiltà, di amore domestico, carità la cui dimensione avventurosa è meno conclamata, ma più profonda, concreta, costruttiva, intima.

 

A proposito di “intimità”: questa ci pare la nota caratteristica del rapporto fra san Giacomo e Gesù: reso partecipe di alcuni eventi del maestro, la Trasfigurazione, il Getsemani, proprio per imparare a vivere in intimità col suo suo amico, signore, maestro, Dio. E’ questa intimità, la sorgente della precoce e piena perfezione della sua anima davanti a Dio e alla Chiesa, di quella luce che tanto attrae.

 

San Giacomo non smetterà di suggerirci e accompagnarci in tanti cammini; la gioia che abbiamo sperimentato, la preghiera più fervida in movimento che fermi, all’aperto che al chiuso, sono riferimenti che non dimenticheremo mai. Ma crediamo sia tempo per un rinnovato viaggio, consapevolmente più indirizzato verso le persone, i poveri specialmente, che magari sono a fianco della nostra casa, oltre il cancello del nostro cortile. Un viaggio verso la comunità, da edificare, matura, responsabile, potente della potenza di Dio. Il Papa incontra i giovani non solo per condividere il loro entusiasmo, ma per farsi educatore della loro crescita, attraverso vie semplici, che sono anche le più profonde: la conoscenza di Gesù e la sua Parola; la preghiera, i Sacramenti, specialmente l’Eucaristia; l’appartenere alla chiesa, la devozione a Maria; la fedeltà nell’amore; il servizio agli altri.

 

Affidiamo a San Giacomo il compito di prenderci per mano e guidandoci a seguire Gesù, per la salvezza delle anime. Sicuramente lo torneremo ad incontrare, qui il 25 Luglio e in quel luogo che sentiamo tanto casa nostra, Santiago di Compostela, ma non di meno lungo le strade della vita, con la sua dolcezza, umiltà; lui apostolo degli entusiasmi e delle belle sorprese.