AVVISI

Si comunica che le iscrizioni alla sezione nido e sezione materna per l'anno scolastico 2018 - 2019 sono aperte dal 16 Gennaio al 6 Febbraio 2017

NUOVO PIAZZALE ALLA SCUOLA DELL’INFANZIA “GISA CROTTI”

Nel pomeriggio della festa del Ringraziamento, il 12 Novembre, alle ore 16,00, è stato inaugurato il nuovo Piazzale dell’Asilo, davanti alle Autorità, al Rappresentante della Fondazione Cassa di Risparmio, sponsor dell’opera, alle famiglie dei bambini che festeggiano il 90° della nostra Scuola, Opera poderosa, come dimensioni e sviluppo, nato da ragioni funzionali ed estetiche. Ogni giorno entrano nell’area cortiliva 180 automobili, fra personale e genitori che portano o prendono i bambini e il fondo in ghiaia, architettonicamente impeccabile, soffriva questo uso massiccio e sconvolgente: buche d’inverno e polvere d’estate, rendevano disagevole il transito e comunque l’utilizzo dell’area antistante le strutture, con fruibilità limitata, specialmente per i bimbi e l’uso estivo del campo Gioia. Il nuovo Piazzale, per il quale sono stati necessari permessi della Sovrintendenza, tutt'altro che semplici da ottenere, per contenuto e tempi, risponde a tanti aspetti di miglioramento, funzionale e anche architettonico. Collega al meglio i corpi abitativi della Scuola vera e propria, con Casa delle Grazie, permette una abitabilità eccellente nell’outdoor, cioè quando i bimbi giocano o si muovono all’aperto. Facciamo il nostro plauso ai progettisti, agli esecutori, la ditta Euroscavi, alla amministrazione della Scuola dell’Infanzia, che ha fortemente voluto l’opera, e alle Istituzioni che l’anno sostenuta e resa possibile. Le difficolta alimentano la vita, le intraprese riuscite ancora di più.

Scuola dell'Infanzia "GISA CROTTI"

Scuola Materna
Scuola Materna

Suore Minime della Addolorata

Personale docente

Personale ausiliario

Volontari

 

La Scuola Materna è sorta allo scopo di dare un valido sostegno alle famiglie per l'educazione dei bimbi, su solide basi umane, morali, cattoliche e culturali, con particolare attenzione a quelle in difficoltà. 

Comunità delle Minime della Addolorata

SUOR FLORA, SUOR THERESA, SUOR RICCARDA, SUOR EUFEMIA E SUOR PAVANA

Comitato gestione

Il Comitato di Gestione è così formato:

Parroco e Legale Rappresentante: Don Remo Resca 

 Direttrice :  Suor Pavana Chakkiath

Coordinatrice  Didattica:  Beatrice Ballestri  

Segretaria e volontaria: Edoarda Rubbi : 

Comitato Amministrativo:  Tomaso Ferrari, Amedeo Maccaferri, Edoarda Rubbi, Luigi Vignoli, Felice Cennamo, Mauro Tabellini 

Responsabile della Sicurezza: Ing. Ernesto Botazzi

 

Personale docente e non docente

Volontari: Sergio Calanchi, Gerry, Lea e tanti altri

Docenti: Ballestri Beatrice, Marturano Flavia, Gentile Rita, Ferrari Chiara, Tartaglia Antonella 

Personale non docente: Pinto Rita (cuoca), Baggio Donatella, Sotgiu Lorena (inservienti)

Suore: Suor Pavana, suor Flora, suor Riccarda, suor Theresa e suor Eufemia

 

Storia della Scuola dell'Infanzia G.Crotti

La Scuola è nata con lo scopo di dare sostegno a tutte le famiglie di Piumazzo ed in particolare a quelle più bisognose e meno abbienti. Le suore, appartenenti alla famiglia religiosa delle “Minime dell’Addolorata”, fondata da Santa Clelia Barbieri, originaria delle Budrie (BO), furono le prime “maestre” della Scuola dell’Infanzia di Piumazzo, chiamata per anni “Asilo Parrocchiale”. Negli anni venti si impose con urgenza la necessità di trovare un ambiente in cui collocare la Scuola dell’Infanzia, così, l’arciprete Don Ulisse Turilli, pensò di prendere in considerazione l’edificio della Casa del Popolo che, costruito negli anni vicini alla Prima Guerra Mondiale, soggiaceva ai debiti, dopo che il regime fascista aveva imposto di chiuderlo. Proprio lo stesso Don Turilli l’acquistò dal Demanio per una somma di L.65.000, che divennero L.100.000 dopo i necessari lavori di restauro. E fu così che l’“Asilo” ebbe il suo inizio, il 27 Ottobre 1927. Nel 1944 lo stabile fu occupato dai tedeschi, così le Suore dovettero ritirarsi in una piccola camera attigua alla canonica nella Sagrestia. Alla fine del conflitto, la Casa del Popolo per motivi simbolici ed affettivi tornò al partito socialista e così il parroco ottenne come destinazione provvisoria dell’Asilo, Villa Lanzarini, antica e spaziosa villa padronale costruita nel 1850. Intanto Villa Lanzarini cambiava il suo proprietario nella persona del sig. Enzo Crotti, il quale, probabilmente, pensava di destinarla ad altro uso: furono momenti in cui Piumazzo rischiò effettivamente di perdere l’Asilo se non fosse stato per Don Marino dal Fiume, successore di Don Turilli, il quale riuscì a convincere il nuovo proprietario a donare la Villa per l’uso e il beneficio definitivo dei bambini di Piumazzo. La nuova Scuola fu inaugurata dal Card. Giacomo Lercaro il 2 ottobre 1955 e porta il nome della moglie del benefattore: “Gisa Crotti”. La storia della scuola continua e nel tempo sono stati infatti effettuati adeguamenti alle nuove realtà scolastiche. Oggi, oltre al meraviglioso edificio e all’immenso parco, grazie alla generosità del signor Ivo Galletti, è stato restaurato il vecchio fienile che fungeva da magazzino. Questo edificio, intitolato alla Beata Vergine delle Grazie, si è trasformato in un bellissimo spazio condiviso con la parrocchia. In esso al pianterreno è stata arredata una stanza per le attività motorie e la psicomotricità, disponibile anche per attività condotte da degli esperti esterni. Possiamo con grande orgoglio dire che la scuola, il parco e la “Casa delle Grazie”, oggi costituiscono una bellissima entità scolastica, difficile da eguagliare. Ancora oggi le suore ci accompagnano in questo cammino, e la loro presenza e collaborazione è davvero una risorsa preziosa per la nostra scuola.

Pof 2017-18.pdf
Documento Adobe Acrobat 2.5 MB
Progetto Pedagogico.pdf
Documento Adobe Acrobat 2.0 MB

Alcuni momenti della Benedizione Pasquale in Asilo

Augurio e preghiera di benedizione per il nuovo anno

San Martino a Scuola

Castagnata con qualche aiutante d'eccezione...

Festa dei 90 anni della Scuola dell'Infanzia "Gisa Crotti"

Alcuni momenti della Festa